17 marzo 2008

XIII° Influsso - In "maltempo" ed in "malomodo"

Com'è impossibile riappropriarsi del proprio Blog senza cancellare qualche cosa da fare. Sto rimandando ancora una volta lo studio, non che non mi piaccia, ma non ho voglia. Ed ecco che mi immergo in un Influsso che mi ero ripromesso di scrivere [da qualche parte], un Influsso sulle idee, sui progetti in generale. Ed eccolo, quindi.

Mi capita ultimamente di vedere, quando mi guardo in giro un poco, un mucchio di persone con brillanti idee, di quelle che ti fanno sfondare o che comunque ti danno ampi motivi di orgoglio personale. Persone di qualunque genere e di qualunque ambito: chi gira film, chi scrive articoli, chi intesse romanzi, chi si immerge nella poesia, chi compone musica, chi si occupa di arte [in modo generale], ecc...
Alcuni riescono ad ottenere ciò che vogliono: compongono dei piccoli capolavori, che forse non stravolgono più il mondo come una volta, ma non perché manchino di livello espressivo, ma perché ormai c'è così tanto da guardare e da osservare che molte cose restano nell'ombra.
Ma voglio qui parlare di chi, presa un'idea, la getta via, la spreca.
Ci sono due modi che mi hanno colpito, che ultimamente fanno sprecare le idee: il "maltempo" ed il "malomodo".
Il primo indica quell'idea che viene conclusa ed esternata quando il tempo non è perfetto, o troppo tardi o troppo presto.
Il secondo termine indica quell'idea che viene sviluppata in un modo che non adeguato, quando per esempio si saltano certi passaggi.
Per farvi solo qualche piccolo esempio, per quanto riguarda il maltempo, c'è un talent show in televisione che, a dispetto della formula, mette insieme gente di talento e crea ottime fusioni di idee. Sto parlando di X-Factor, e sinceramente mai e poi mai avrei pensato di parlarne. Ma guardando queste persone che sono così brave e dotate sfruttare al meglio l'occasione, mi viene da pensare che è troppo tardi. Si, perché ormai, succubi della trasmissione Saranno Famosi/Amici, la televisione crea solo personaggi che bucano lo schermo ma che non hanno del vero talento oppure che se la cavano senza eccellere. L'importante è che vendano.
Qui invece, in X-Factor, grazie anche all'inserimento di alcuni giudici ottimamente scelti [un ottimo Morgan, su cui ponevo grandi aspettative], si creano delle personalità, anzi, si vedono delle personalità degne di fare musica e con un certo livello musicale. Certo, non è la perfezione ma è già un passo avanti.
Inutile dire che invece Amici pecca in altro senso, idea buona ed ottima tempistica [credo siano già alla settima edizione o forse sesta, boh!], ma il metodo con cui è condotto è il banale "il fine giustifica i mezzi", basta che fai audience e tutto è ok. Da qui si arrivano alle scene lacrimose e a quelle da litigio che caratterizzano in parte quei programmi tipici della De Filippi.

Sono sicuro che questi due esempi siano illuminanti, ma sono sicuro che anche chi mi legge, nel suo piccolo, abbia avuto o sviluppato idee e pensieri qualche volta troppo tardi e qualche volta in modo errato. Lascio a voi uno spazio personale.
Mi ero ripromesso di scrivere prima o poi anche in prosa, magari allegando un .pdf scaricabile. Lo farò, ma questa volta mi riserbo uno spazio ancora per una poesia, dedicata a coloro che non riescono neanche a sviluppare un'idea e che rimangono ebeti di fronti a tutto. Da queste poesie che vi pubblico sta scaturendo un progetto, forse uno o due se ne sono accorti, spero di si. Un progetto che forse vedrà una pubblicazione, più avanti. Ma non voglio fare le cose troppo in fretta. Non voglio peccare in maltempo ed in malomodo.

Gli Ebeti
Il Giudizio X
Gli Ebeti stanno in giro, si vedon
nei giorni in cui il grigio del maltempo
avanza, voltan sguardo all'ignoranza
e gli ammiccano. Portan
acque agli affogati.
Gli Ebeti stavan seduti in circolo prima
dell'Apocalisse, ridevano di chi si
sforzava di costruir, di chi tentava
anche se falliva. Davan
seccature ai di lor seccati.
Gli Ebeti daran un colpo al mondo,
lo faran crollare dell'indifferenza
e quando sarà crollato si daran colpe
a vicenda, come stupidi marmocchi.
Sciocchi soprattutto nell'Importanza.

Umilmente,
Spirito Giovane a.k.a. Daniele

3 commenti:

by Ax ha detto...

Respirare Arte è un piacere che andrebbe vissuto da tutti. Ma temo, purtroppo, non sia questa la felice realtà che accompagna le trasmissioni che hai citato. O meglio, credo che i primi tentativi puntassero ad andarci vicino, evidenziando vari talenti e le difficoltà che ogni protagonista deve affrontare per mostrare le proprie capacità.
Appena capito che questo approccio aveva presa sul pubblico, la spettacolarizzazione dell'evento ha preso il sopravvento sul talento, con la conseguente ricerca accurata di personaggi più che di artisti. Ciò non toglie nulla a chi artista lo è veramente, ma ha il potere di trasformare anche gli spettatori - almeno i meno attenti - sotraendogli lentamente il grado di distinzione tra le due cose, inflazionando un prodotto confezionato ad hoc: < Toh, se questi sono in tv vuol dire che sono bravi >. È sicuramente una grande occasione per chi ha velleità artistiche - o anche solo velleità -, dandogli l'occasione di vivere un sogno sotto gli occhi di tutti. Ma, personalmente, ritengo che nel sottobosco si aggirino più talenti rispetto ai lustrini che ci fanno vedere tra i corridoi degli studi televisivi di un certo tipo di programmi. L'Arte ti cerca e ti scova, non il contrario. Conosce tempi e modi per tirarti dentro al suo ristretto club; e ti marchia a fuoco. Il vero artista può sbagliare entrambi, ma non se ne cruccia: sa che è la vita il suo palcoscenico e, anche qui, non il contrario.

Comunque, ben vengano trasmissioni in grado di esprimere veri talenti... le aspetto :)

Spirito Giovane ha detto...

Si, ovviamente ho citato programmi che tentano di portare talento in televisione, ed invece...

Anche X Factor, si presentava bene, era una speranza...la scorsa puntata già si litigava con copioni in mano...

Non sono patito di reality, la prossima volta farò un esempio sulle serie tv come CSI & Affini che sono più nel mio genere...

Umilmente,
Spirito Giovane a.k.a. Daniele

PS: grazi AX!

Laura ha detto...

Capisco benissimo ciò che dici. Diciamo pure che questo concetto potrebbe applicarsi in qualsiasi campo dell'esistenza umana.
Non posso dare un giudizio sui programmi tv di cui parli (non ho mai seguito né l'uno né l'altro), ma ti do perfettamente ragione...
...sono curiosa di leggere la tua opinione sulle serie tv. Lì, ci troveremmo in un campo in cui potrei anch'io dire la mia :)

E' stato un piacere passare di qui
Laura

 
Wordpress Theme by wpthemescreator .
Converted To Blogger Template by Anshul .