15 novembre 2008

Intermezzo 10 - Piccoli Discorsi Eterogenei

Breve carrellata di idee e (s)pensier, dalle cose più varie e innocenti a quelle più gravose.
Artwork by Linda Ravenscroft
#F06 - Autunno Creativo Non so se vi capita, ma a me ogni anno: sono molto più produttivo d'inverno e d'autunno, soprattutto. Forse un retaggio Decadente di qualche tipo? Non so, ma spero di riuscire, col tempo, a produrre tanto anche in altre parti dell'anno. #F07 - Ironia Delle Corse Si ha più voglia di dedicarsi alle proprie cose quando non si ha tempo per le stesse. L'ironia delle corse sta nel fatto che più ti affanni per altre cose [lavoro, studio, famiglia, ecc.], più ti vien voglia di fare le tue. E se termini un impegno gravoso, soprattutto se t'ha portato via molto tempo, cadi nell'apatia e non ha voglia di far niente. #F08 - La Notte Certi discorsi, non so voi, ma mi escono meglio di notte: sono quelle diatribe mezzo-filosofiche, pseudo-moraliste, quasi etiche, quelle che se ascoltate comportano due conseguenze. La prima, una o più persone che pensano "ma chi è costui?" (in bene o in male). La seconda, una o più persone che pensano "ma che voglia c'ha?" (questo né in bene, né in male). #F09 - Metacuriosità Forse è sbagliato o forse no, la curiosità esiste e viene applicata: a volte troppo a volte troppo poco. Credo sia utile laddove generi riflessione, inutile se genera altra curiosità. Vale a mio parere la regola generale: desiderare un desiderio e non il desiderare stesso, essere curiosi di una cosa e non della curiosità stessa.
Bruno 9Li: Internal Chaos - Ink, marker pen on archival paper
#F10 - Dissenso sul Dissenso Il primo assioma della comunicazione è che non è possibile non comunicare. Il mondo che ci circonda infatti è una prova che l'abbondanza di senso - l'eccesso di cose che hanno almeno un significato - di per se comunica qualcosa: il caos. Eppure fino a poco tempo fa ero convinto che generasse soltanto un non-senso, un dis-senso su ogni cosa, che negasse ogni interpretazione che non fosse relativa. Devo rivedere la cosa, mea culpa: comunica un dissenso sul dissenso. Ovvero: anche cercando di tempestare un ente con miliardi di imput, tentando di mandarlo in tilt, questo capirà comunque che tutti i messaggi sono troppi e comprenderà che dovrà entrare in tilt. Anche se si vuole non-comunicare, in qualsiasi modo, il non-comunicare è di per se una forma di comunicazione. #F11 - Postilla Politica Oggi a Dieci alle Dieci, su canale Cinque, all'interno di Mattino Cinque, il giornalista Liguori parlava con il giornalista Brachino riguardo al lavoro della Magistratura: "Non è possibile che gli avvocati ed i giudici processino solo i potenti solo per fare cariera. E' per questo che ci sono tantissimi delinquenti che stanno fuori dalle carceri: un giudice vede un imputato di reato minore, magari clandestino e decide di liberarlo perché è appunto colpevole di reato minore". E poi venivano a criticare i blogger perché postano notizie personali o non supportate da fatti. Ma vi rendete conto della enorme fandonia che ci racconta? Prima di tutto non vedo tutti questi processi ai potenti - sapere anche a chi si riferiva sarebbe un bene. Studio Aperto le uniche informazioni che mi da riguardano reati minori, soprattutto se la pena risulta ingiusta ai famigliari delle vittime e ai giornalisti stessi. Raiuno mi ha dato una notizia sola, una volta parlando di un potente: quando disse che Travaglio era stato giudicato colpevole di diffamazione. Tra l'altro sbagliando, visto che non s'era specificato il valore di quella condanna ed il grado. Poi Liguori annuncia che i reati ci sono perchè i giudici e gli avvocati non si preoccupano dei reati minori mentre per i reati dei soliti "potenti, i processi durano tantissimo". Eppure io non vedo tutta questa movida di informazioni sui processi a deputati, senatori, onorevoli e altro, forse perché al tempo stesso si parla di immunità parlamentare. Liguri però non s'accontenta. Continua commentando un titolo di un articolo del Corriere della Sera di oggi che dice "Giustizia, vertice sulla pena fuori dal carcere/Il premier media dopo il no di AN e Lega al DDL Alfano". Quando Brachino afferma che questo DDL va un po' contro a quello che dovrebbe essere, favorendo i potenti, Liguori lo corregge subito: "Sembra che vada in direzione opposta, ma serve proprio per condannare quei reati minori visto che in carcere ci vanno tutti, dal delinquente che ruba all'omicida. Questa riforma della giustizia serve proprio per dare sospiro alle carceri affollate". Ora io mi chiedo: come fanno le carceri ad essere affollate se avvocati e giudici trattano i reati minori in modo differente, liberando gli imputati? Da chi sono affollate: dai potenti? Sarà mica una rivendicazione di potere alla mafia, visto che gli unici che possono corrispondere alla frase potenti in carcere sono i boss mafiosi? Mi chiedo anche se sia più importante rende impunito un furto o un tentativo di sovversione, un omicidio fisico o uno mentale: credo che ogni reato debba essere condannato. Con diverso peso, ma uguale misura. #F12 - Copyright & Copyleft Ho delle mie personali idee sulla proprietà delle opere. Non so qui a soffermarmici sopra, ma da questo post ogni immagine avrà come corredo il link di sorgente ed anche l'autore, laddove sia possibile sapere chi ne è padre.
Artwork by Barbucci & Canepa - Copertina 2° numero SkyDoll
#P02 - Piccoli Racconti Crescono Come promesso, troverete un racconto nuovo che ho scritto in questi giorni. Avrei voluto uplodarlo in .pdf, ma non ho tempo né strumenti adatti perciò mi accontento del vecchio sito su cui avevo pubblicato quel vecchio racconto, le Menti Indivise. A chiunque voglia, tuttavia, spedirò il .pdf - molto più leggibile - tramite e-mail. E' una prova in tutti i sensi: l'argomento è fantascentifico, il metodo di scrittura sperimentale. Spero venga apprezzato anche solo per l'idea, il concetto.
Spirito Giovane a.k.a. Daniele

0 commenti:

 
Wordpress Theme by wpthemescreator .
Converted To Blogger Template by Anshul .